Come nasce il blog

Come nasce il blog

Ho viaggiato e vissuto all’estero quasi tutta la mia vita. Il viaggio è sempre stato la mia passione più grande fin da quando ho messo il piede fuori casa per la prima volta, avevo 21 anni, correva l’anno 2000. Sono cresciuta a Genova, dal 2015 città metropolitana, ma che per noi genovesi è sempre stata ed è ancora oggi un grande paese, data la mentalità ancora molto conservatrice e diffidente. Una città dove tutti conoscono tutti, il ‘mugugno’ è cronico, la lamentela sul porto in declino è indispensabile, la critica per l’aeroporto troppo piccolo è necessità, e il pettegolezzo è inevitabile. Una città che paradossalmente ha sfornato, insieme alla focaccia ‘pucciata’ nel cappuccino, tantissimi artisti e personaggi famosi: cantanti, compositori, musicisti, poeti, scrittori, attori, comici, showgirl/man, politici, calciatori, architetti, imprenditori, giornalisti e molti altri. (Ne nomino qualcuno, in ordine alfabetico, perché ne sono orgogliosa: Arisa, Francesco Baccini, Luca Bizzarri, Enzo Braschi, Enrico Chiesa, Ombretta Colli, Maurizio Crozza, Fabrizio De Andrè, Fabio Fazio, Ivano Fossati, Gabibbo, Giuseppe Garibaldi, Vittorio Gassman, Gilberto Govi, Beppe Grillo, Paolo Kessisoglu, Maurizio Lastrico, Bruno Lauzi, Goffredo Mameli, Giuseppe Mazzini, Eugenio Montale, Mago Otelma, Niccolò Paganini, Gino Paoli, Rinaldo Piaggio, Renzo Piano, Carmen Russo, Sabrina Salerno, Tullio Solenghi, Palmiro Togliatti, Enzo Tortora, Giampiero Ventura, Paolo Villaggio). Sono di Genova, la città natale di Cristoforo Colombo, non potevo che diventare una viaggiatrice doc!!! Mi sono diplomata come maestra d’asilo, e appena finita la scuola, nel 1996, ho iniziato a lavorare, avevo circa 17 anni. Ho fatto la parrucchiera, la cameriera, la barista, la commessa, la segretaria, la babysitter, la pizzaiola, la badante, la telefonista. È incredibile quanti lavori ho svolto in appena tre anni. Mi piaceva lavorare, ed ero abbastanza brava in tutto quello che facevo. Sui libri ero una capra, ma sul campo ero un carro armato, imparavo a fare qualsiasi cosa in tempi record. Nulla però mi soddisfava a pieno, nulla di tutto quello che facevo mi appassionava a tal punto da rimanere. Poi un giorno ho deciso di mandare un curriculum ad un’agenzia di Roma, sono andata a fare il colloquio e sono partita per la mia prima stagione nei villaggi turistici. Mi sono accorta appena uscita da Genova che c’era un mondo intorno a me, un mondo che non avevo mai visto prima e di cui non sapevo nulla, un mondo di cui non avevo proprio conoscenza, nel modo più assoluto. Con la mia famiglia le vacanze le trascorrevamo nel Salento dai miei nonni, non avevo mai visto altro. Questo mondo mi entusiasmava, tanto da continuare a lavorare nei villaggi per qualche anno. Dopo aver preso la nave, l’aereo, aver conosciuto persone straniere e sentito lingue diverse, la mia vita è cambiata totalmente. Sono rimasta talmente affascinata dal mondo, che a un certo punto sono tornata a casa, finita una stagione invernale, e in quindici giorni mi sono fatta un biglietto di sola andata per Londra. Da quel giorno a oggi sono stata in quattro continenti (mi manca l’America, tutta). Quell’avventura non è mai finita. Dopo undici anni in viaggio, continuando a lavorare, studiare e girare in lungo e in largo per il globo, ho deciso di tornare a casa, ma una volta tornata a Genova mi mancava vagabondare. Continuavo a viaggiare ogni volta che potevo, ma non bastava, e a quel punto, c’era una sola cosa da fare, trasformare la mia passione nel mio lavoro, e così ho fatto. Ho studiato tantissimo e ho preso il patentino come accompagnatore turistico. Accompagno viaggi più o meno lunghi, escursioni giornaliere, gite, ogni sorta di spostamento, l’importante per me è continuare ad andare in giro. Finalmente ho trovato il lavoro che fa per me, e siccome lavorare da libera professionista comporta avere anche del tempo libero, mi è venuta voglia di raccontarlo questo viaggio che dura una vita.

Da qui l’idea di aprire il blog…..

 

my was made to travel

 

 

Se ti piace, condividi!


2 thoughts on “Come nasce il blog”

  • Complimenti Chiara, sia per le tue esperienze e sia per come le racconti. Nonostante tu sia ancora giovane, hai gia’ parecchio nel tuo bagaglio di vita. E’ sempre un piacere leggerti, perche’ mi immedesimo nei tuoi racconti. E complimenti ancora perche’ sei riuscita a coniugare il lavoro col divertimento. Al giorno d’oggi e’ difficile riuscire a fare qualcosa che ci piace, guadagnando… Hai fatto molti sacrifici, ma hai anche avuto un sacco di esperienze, belle e meno belle, che pero’ ti rimarranno per tutta la vita.
    Contunua cosi’!!! Ciao ciao

    • Caro Fabio, penso che fare quello che ci piace sia fondamentale per la nostra felicità, mi auguro lo faccia anche tu. La cosa bella del fare i sacrifici è che prima o poi vengono ripagati, e per me è arrivato quel momento. Viaggiare non solo per passione ma anche per lavoro è quello che più desideravo, e dopo tanti pianti in terre straniere per imparare la lingua, finalmente ci sono riuscita. Sono contenta ti piacciano le mie (dis)avventure, sono sicura che saranno capitate anche a te viaggiando 😀
      Buon tutto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *