Trenino e Limbo

Featured Video Play Icon

È tempo di musica Viaggiatori!

Protagonisti indiscussi del Capodanno e delle feste in generale sono “il trenino” ed il “limbo”.

Disco Samba è la canzone per eccellenza che da il via al famoso trenino ballato in tutto il mondo da persone di ogni età, ed è nato nel 1978 dai Two Man Sound.

La cosa assolutamente divertente è che intanto non sono un duo come suggerisce il nome, ma un trio, e a differenza di quello che si possa pensare visto che sono diventati famosi con la musica brasiliana, era formato da tre giovani belgi. Si signori, Udite, Udite!

Tre belgi che hanno inventato uno dei più grandi tormentoni musicali brasiliani della storia.

In ogni parte del mondo, qualsiasi cosa si stia facendo, nel momento in cui parte Disco Samba con PE PE PE PE PE PE, si molla tutto e si allungano le mani sulle spalle del vicino, facendo partire il trenino sulle note del famoso mix che va da Brigitte Bardot a Charlie Brown.

Finito il trenino? Bene, è il momento della famosa gara di limbo.

Il limbo è una sorta di gara di ballo dove i ‘ballerini’ devono passare a ritmo di musica sotto un bastone orizzontale senza mai toccarlo. Non ci si può appoggiare e bisogna stare attenti a non cadere all’indietro dal momento che occorre passare sotto il bastone in maniera orizzontale, altrimenti si viene eliminati. Una volta passati tutti i concorrenti si abbassa il bastone e si ricomincia fino a quando non rimane un solo vincitore.

Si pensa che il limbo abbia origini Hawaiane, ma non è così. Nasce infatti ai Caraibi, nell’isola di Trinidad.

Oggi è considerata una danza divertente, di intrattenimento, ma ha origini un po’ più “drammatiche”: deriva infatti dalla discesa nella stiva delle navi degli schiavi africani.

Il limbo, come lo conosciamo oggi, diventò famoso negli anni 60 quando fu lanciato dall’inventore del twist Chubby Checker, e ancora oggi è un tormentone utilizzato in ogni festa con la sua più famosa canzone: Limbo Rock.

Anche la musica viaggia e ci fa viaggiare!

#sapevatelo

Se ti piace, condividi!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *